Comunicazione

Sistema informativo unico nel pubblico e rete con i privati

Il Sole 24 Ore, 10.novembre 2020

Con le difficoltà del sistema pubblico dei Cpi a farsi carico dei disoccupati, la creazione di una rete integrata con i privati è quindi essenziale.

Ma le agenzie per il lavoro chiedono la rimozione di alcuni ostacoli che finora hanno impedito il decollo dell'Adr: <<Deve diventare uno strumento massivo rivolto ai percettori di Naspi, Rdc e Cig -sottolinea Alessandro Ramazza, presidente di Assolavoro -. Il riconoscimento economico oggi è solo per l'inserimento lavorativo, mentre sono richiesti una serie di servizi, come il bilancio delle competenze, la valutazione, l'orientamento, i percorsi formativi legati alle esigenze delle imprese, per cui è necessario assicurare la copertura dei costi. Infine, la mancata omogeneità delle politiche del lavoro regionali è un altro ostacolo, serve una norma nazionale, una cornice unitaria».

Leggi qui l'articolo