Legale

Ministero del Lavoro, settori e professioni caratterizzati da tasso medio di disparità uomo-donna superiore al 25% per l'anno 2017 – D.I. 27 ottobre 2016

Con il Decreto Interministeriale del 13 ottobre 2015, il Ministero del Lavoro e il Ministero delle Finanze individuano i settori e le professioni caratterizzati, per l’anno 2016, da un tasso medio di disparità uomo-donna superiore al 25%.

Si ricorda che l’individuazione di tali settori è utile per l'applicazione degli incentivi assunzionali di cui alla Legge Fornero (art. 4, commi 8-11, L.n. 92/2012) e, nell'ambito del lavoro tramite agenzia,  per l'esenzione dei limiti percentuali eventualmente stabiliti dai contratti collettivi per la somministrazione a tempo determinato.

Infatti il lavoratore appartenente al genere sottorappresentato, nei settori individuati dal Decreto Interministeriale, rientra di diritto nella categoria dei lavoratori svantaggiati (Reg. UE n. 651/2014, art. 2, n. 4, lett. f))  per i quali l'art. 31, comma 2, D. Lgs. n. 81/2015 consente di prescindere dagli eventuali limiti di contingentamento prervisti dai CCNL in caso di contratto di somministrazione di lavoro a termine.

- See more at: http://assolavoro.eu/circolari-news/8120/ministero-del-lavoro-settori-e-professioni-caratterizzati-da-disparit%C3%A0-uomo-donna-d-i-13-ottobre-2015#sthash.9bP7ph3V.dpuf

Con il Decreto Interministeriale del 13 ottobre 2015, il Ministero del Lavoro e il Ministero delle Finanze individuano i settori e le professioni caratterizzati, per l’anno 2016, da un tasso medio di disparità uomo-donna superiore al 25%.

Si ricorda che l’individuazione di tali settori è utile per l'applicazione degli incentivi assunzionali di cui alla Legge Fornero (art. 4, commi 8-11, L.n. 92/2012) e, nell'ambito del lavoro tramite agenzia,  per l'esenzione dei limiti percentuali eventualmente stabiliti dai contratti collettivi per la somministrazione a tempo determinato.

Infatti il lavoratore appartenente al genere sottorappresentato, nei settori individuati dal Decreto Interministeriale, rientra di diritto nella categoria dei lavoratori svantaggiati (Reg. UE n. 651/2014, art. 2, n. 4, lett. f))  per i quali l'art. 31, comma 2, D. Lgs. n. 81/2015 consente di prescindere dagli eventuali limiti di contingentamento prervisti dai CCNL in caso di contratto di somministrazione di lavoro a termine.

- See more at: http://assolavoro.eu/circolari-news/8120/ministero-del-lavoro-settori-e-professioni-caratterizzati-da-disparit%C3%A0-uomo-donna-d-i-13-ottobre-2015#sthash.9bP7ph3V.dpuf

Con il Decreto Interministeriale del 13 ottobre 2015, il Ministero del Lavoro e il Ministero delle Finanze individuano i settori e le professioni caratterizzati, per l’anno 2016, da un tasso medio di disparità uomo-donna superiore al 25%.

Si ricorda che l’individuazione di tali settori è utile per l'applicazione degli incentivi assunzionali di cui alla Legge Fornero (art. 4, commi 8-11, L.n. 92/2012) e, nell'ambito del lavoro tramite agenzia,  per l'esenzione dei limiti percentuali eventualmente stabiliti dai contratti collettivi per la somministrazione a tempo determinato.

Infatti il lavoratore appartenente al genere sottorappresentato, nei settori individuati dal Decreto Interministeriale, rientra di diritto nella categoria dei lavoratori svantaggiati (Reg. UE n. 651/2014, art. 2, n. 4, lett. f))  per i quali l'art. 31, comma 2, D. Lgs. n. 81/2015 consente di prescindere dagli eventuali limiti di contingentamento prervisti dai CCNL in caso di contratto di somministrazione di lavoro a termine.

- See more at: http://assolavoro.eu/circolari-news/8120/ministero-del-lavoro-settori-e-professioni-caratterizzati-da-disparit%C3%A0-uomo-donna-d-i-13-ottobre-2015#sthash.9bP7ph3V.dpuf

Con il Decreto Interministeriale del 13 ottobre 2015, il Ministero del Lavoro e il Ministero delle Finanze individuano i settori e le professioni caratterizzati, per l’anno 2016, da un tasso medio di disparità uomo-donna superiore al 25%.

Si ricorda che l’individuazione di tali settori è utile per l'applicazione degli incentivi assunzionali di cui alla Legge Fornero (art. 4, commi 8-11, L.n. 92/2012) e, nell'ambito del lavoro tramite agenzia,  per l'esenzione dei limiti percentuali eventualmente stabiliti dai contratti collettivi per la somministrazione a tempo determinato.

Infatti il lavoratore appartenente al genere sottorappresentato, nei settori individuati dal Decreto Interministeriale, rientra di diritto nella categoria dei lavoratori svantaggiati (Reg. UE n. 651/2014, art. 2, n. 4, lett. f))  per i quali l'art. 31, comma 2, D. Lgs. n. 81/2015 consente di prescindere dagli eventuali limiti di contingentamento prervisti dai CCNL in caso di contratto di somministrazione di lavoro a termine.

- See more at: http://assolavoro.eu/circolari-news/8120/ministero-del-lavoro-settori-e-professioni-caratterizzati-da-disparit%C3%A0-uomo-donna-d-i-13-ottobre-2015#sthash.9bP7ph3V.dpuf

Con il Decreto Interministeriale 27.10.2016 il Ministero del Lavoro e il Ministero delle Finanze individuano i settori e le professioni caratterizzati, per l’anno 2017, da un tasso medio di disparità uomo-donna superiore al 25%.

Si ricorda che l’individuazione di tali settori è utile per l'applicazione degli incentivi assunzionali di cui alla Legge Fornero (art. 4, commi 8-11, L. n. 92/2012) e, nell'ambito del lavoro tramite agenzia,  per l'esenzione dei limiti percentuali eventualmente stabiliti dai contratti collettivi per la somministrazione a tempo determinato.

Infatti il lavoratore appartenente al genere sottorappresentato, nei settori individuati dal Decreto Interministeriale, rientra di diritto nella categoria dei lavoratori svantaggiati (Reg. UE n. 651/2014, art. 2, n. 4, lett. f))  per i quali l'art. 31, comma 2, D. Lgs. n. 81/2015 consente di prescindere dagli eventuali limiti di contingentamento previsti dai CCNL in caso di contratto di somministrazione di lavoro a termine.

Nike Free Run Shoes