Comunicazione

Allarme di Assolavoro: senza correttivi sui contratti a termine sarà boom del lavoro nero

Audizione in Parlamento del Direttore generale dell'Associazione delle Agenzie per il lavoro, Agostino Di Maio: “Se non si facilita la domanda di assunzioni a termine ﴾le uniche possibili, stante l'assoluta incertezza sui tempi di ripresa) la crisi occupazionale rischia, ancorché in presenza di stimoli economici, di approfondirsi e di colpire ancora di più l’economia e le persone”. Da febbraio a maggio 2020 l'occupazione è scesa di 538 mila occupati.

"In assenza di correttivi normativi profondi in grado di facilitare e agevolare la domanda di assunzioni a termine (le uniche possibili, stante l'assoluta incertezza sui tempi di ripresa) la crisi occupazionale rischia, ancorché in presenza di stimoli economici, di approfondirsi e di colpire ancora di più l’economia e le persone, producendo un vero e proprio collasso occupazionale, nuovo lavoro nero e ulteriore sommerso”. Così il Direttore Generale di Assolavoro, l’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro, Agostino Di Maio, nel corso dell’audizione di oggi presso la Commissione Lavoro della Camera dei Deputati sul ddl “Disposizioni in materia di società cooperative, appalto, somministrazione di lavoro e distacco di lavoratori”.

Occorre procedere verso un progressivo distanziamento istituzionale e sociale dal furore politico che ha accompagnato alcuni interventi in materia di lavoro negli ultimi anni, altrimenti gli effetti sull’occupazione, soprattutto sull’occupazione dei lavoratori più “deboli” saranno drammatici.

Leggi l'articolo intero qui