Comunicazione

Agenzie per il lavoro, scattano incentivi e nuovo welfare

Il Sole 24 Ore

"Diritto “mirato” alla formazione e alla riqualificazione professionale a vantaggio dei lavoratori con almeno 110 giornate di occupazione alle spalle e disoccupati da almeno 45 giorni: potranno rivolgersi a un’Agenzia per il lavoro ed avere “lezioni” personalizzate pari a un valore massimo di 4mila euro.

Inoltre per le Agenzie per il lavoro scatta un incentivo annuale di mille euro (per un massimo di tre anni) in caso di assunzioni a tempo indeterminato. Aumenta a 800 euro (rispetto ai precedenti 750 euro) l’indennità di disponibilità prevista per i lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato, per i periodi in cui non prestano attività presso le aziende utilizzatrici. A salire sono anche il sostegno al reddito (fino a mille  euro, una tantum) e diverse prestazioni di welfare Ebitemp.

E ancora: in caso di trasferimento dal luogo di residenza per esigenze strettamente connesse a una attività lavorativa si prevede una specifica misura per favorire la mobilità territoriale, ovvero un rimborso spese di 3.500 euro.

Sono queste alcune delle novità contenute nel nuovo Ccnl delle agenzie per il lavoro che viene sottoscritto questa mattina presso la sede di Assolavoro, dopo che l’ipotesi di intesa del 21 dicembre 2018 ha superato tutte le fasi di validazione negli organismi decisionali della parte datoriale e di quella sindacale. A firmare il nuovo contratto, valido fino al 2021, sono il presidente di Assolavoro, Alessandro Ramazza, affiancato dal delegato alle relazioni sindacali,Vincenzo Mattina, e i  segretari  di Nidil-Cgil, Felsa-Cisl e UilTemp, insieme ai segretari confederali di Cgil e Uil, rispettivamente Tania Scacchetti e Tiziana Bocchi (Uil), e il segretario generale aggiunto della Cisl Luigi Sbarra.

Lo scorso anno sono state circa 800mila le persone che hanno lavorato con un contratto in somministrazione, che, com’è noto, riconosce gli stessi diritti e le stesse retribuzioni del rapporto di lavoro dipendente. Ogni mese, in media, sono più di 400mila i lavoratori in somministrazione.

Leggi qui l'articolo completo